Sin dagli anni 70′, sempre più aziende ed organizzazioni sfruttano il GRAPHIC RECORDING come un elemento visuale di importanza comunicativa essenziale. Il GRAPHIC RECORDING (o scribing) consiste nell’illustrazione live di un meeting, una conferenza o un evento che si rivolge a gruppi di persone.

Questa pratica ha il doppio beneficio di infondere vita all’evento, stimolando l’attenzione e la partecipazione dell’audience, e di creare un record visuale permanente dell’evento stesso, che può rimanere esposto a lungo.


Come nello Sketchnoting, il GRAPHIC RECORDING è incentrato sul catturare i contenuti e gli insight di un evento in maniera visuale ed in tempo reale. In questo caso, tuttavia, le grafiche sono create su grande scala, in modo che il lavoro dello scribe sia visibile a tutto il pubblico per tutta la durata dell’evento.

Mentre le persone discutono, spiegano o espongono le loro idee a voce, queste vengono catturate dallo scribe, che sintetizza questi elementi essenziali su grandi fogli di carta in una combinazione di parole e immagini.

Il risultato è un’immagine illustrata del contenuto dell’evento, che traducendo visivamente idee espresse dallo/dagli speaker, facilita la comprensione e la riflessione da parte del gruppo.  Si tratta di una tecnica di visualizzazione potente, certamente molto più di un semplice PowerPoint.


Anche nel caso del GRAPHIC RECORDING, la parola chiave è versatilità: tanti sono i materiali ed i supporti che possono essere utilizzati per un lavoro su grande scala, economico e pronto praticamente subito al termine del meeting o della conferenza.

In alternativa al lavoro su carta, inoltre, il GRAPHIC RECORDING può essere realizzato anche proiettando in plenaria l’immagine creata su un tablet o una tavoletta grafica. Pur non potendo rimanere esposto, il lavoro finale ha in questo caso il vantaggio di poter essere rapidamente condiviso tramite e-mail o sui social media.

Annunci